Mauro Squillante

Mauro Squillante

Urbino Musica Antica 2022

Mauro Squillante

/// Mandolino

Periodo: giovedì 21 - lunedì 25 luglio

Il corso è aperto ai mandolinisti che volessero approfondire la prassi storicamente informata applicata al mandolino napoletano, al mandolino barocco a quattro, cinque e sei ordini e ad altri strumenti a plettro del periodo tra la fine del XVII secolo e i primi anni del XIX.

Mauro Squillante

Programma

Le tematiche affrontate faranno riferimento, per l’aspetto interpretativo e di tecnica strumentale, alla trattatistica dell’epoca, sia relativa agli strumenti in oggetto, sia alla prassi del basso continuo e del contrappunto. Un approfondimento che viene proposto è sulle musiche per mandolino contenute nella collezione GIMO di Uppsala, alla luce degli studi effettuati presso l’Università di Bologna nell’ambito del progetto Il mandolino a Napoli nel ‘700 (https://www.mandolinonapoli700.com/). In ogni caso il programma può essere concordato preventivamente fra il singolo studente ed il docente. Non è indispensabile il possesso di uno strumento filologico.

Il docente

Mauro Squillante, mandolinista, è considerato uno specialista negli strumenti antichi a plettro (mandolini e mandole, mandolone, colascioni, cetra), sul cui repertorio, organologia e prassi esecutiva conduce una costante attività di ricerca. Ha iniziato gli studi del mandolino con Antonio Coletti a Napoli e subito dopo con Fabio Menditto a Roma; successivamente si è iscritto alla classe di mandolino del Conservatorio Pollini di Padova dove ha conseguito il diploma sotto la guida di Ugo Orlandi. Ha approfondito i propri studi musicali con Hopkinson Smith e Crawford Young presso la Schola Cantorum Basilensis, Enrico Baiano, Federico Marincola, Emilia Fadini, Edoardo Eguez. Svolge una intensa attività concertistica in Italia ed all’estero esibendosi da solista, in duo col clavicembalista Raffaele Vrenna, in trio con l’arpista Mara Galassi e il soprano Marinella Pennicchi, e con gli ensemble Lirum li Tronc, Quartetto PizzicArco e Scherza l’Alma. Partecipa in qualità di esperto ad un progetto dell’Università di Bologna e dell’Università di Uppsala (Svezia) incentrato sulla ricerca del repertorio mandolinistico del ‘700 napoletano, nell’ambito del quale ha tenuto concerti, conferenze e masterclass a Londra, ospite della Lute Society presso il Royal College, in Ungheria a Budapest presso l’Ambasciata d’Italia, ed in varie città italiane. Tiene inoltre corsi e masterclass presso varie scuole di mandolino in Europa, come quella di Marsiglia (Francia) e di Heerde (Paesi Bassi), e in Giappone (Tokyo), dove annualmente si reca per presentare le proprie uscite discografiche. Numerose le sue collaborazioni con orchestre ed ensemble di musica antica di livello internazionale come il Zefiro Ensemble di Alfredo Bernardini, i Freiburger Barok Orchestrer, la Venice Baroque Orchestra, la Cappella della Pietà dei Turchini, Arte dell’Arco, European Chamber Orchestra, Musica Perduta, Collegium Pro Musica,  Štátna filharmónia Košice; svolge inoltre la propria attività presso enti lirici quali il Teatro S. Carlo di Napoli, il Maggio Musicale Fiorentino, il Teatro Petruzzelli di Bari, il Teatro Verdi di Salerno. Fra i Direttori d’orchestra con i quali si è pregiato di collaborare figurano Renè Jacobs, Andrea Marcon, Peter Maag, Louis Bacalov, Antonio Florio, Gabriele Ferro, Alessandro De Marchi, Vinicius Kattah. La sua corposa discografia vede pubblicazioni per diverse case come Stradivarius, Harmonia Mundi, opus 111, Brilliant, Tactus, Felmay – Dunya records, Bongiovanni, Niccolò, Oriente Musik, Vigiesse, Respect Records. Ha effettuato inoltre registrazioni radiofoniche per la RAI e le emittenti radiofoniche e televisive francesi e tedesche. Ha pubblicato per la casa editrice musicale Mnemes – Alfieri e Ranieri Publishing di Palermo e per la casa editrice Santabarbara. Collabora stabilmente con la Fondazione Pietà dei Turchini di Napoli, per conto della quale ha curato numerose produzioni musicali. E’ Presidente della Accademia Mandolinistica Napoletana, associazione riconosciuta per il proprio fondamentale apporto alla rinascita del mandolino a Napoli; direttore artistico dei Corsi estivi e del Festival mandolinistico che si svolgono annualmente ad Avigliano (PZ). Insegna Mandolino e strumenti a plettro storici nei Corsi di Musica Antica di Urbino organizzati dalla Fondazione Italiana per la Musica Antica. E’ docente di mandolino presso il Conservatorio “G. Martucci” di Salerno. Dal 2015 tiene masterclass presso il Musik und Kunst Privatuniversität der Stadt Wien.

http://www.maurosquillante.it/