Monica Piccinini

Monica Piccinini

Urbino Musica Antica 2022

Monica Piccinini

/// Canto

Periodo: martedì 26 - sabato 30 luglio
SOLD OUT

Fra recitar cantando e virtuosismo: Sigismondo D’India

Monica Piccinini

Programma

Il corso, di livello medio-avanzato, è rivolto a tutti i registri vocali.
Per la selezione, si prega di presentare due brani di carattere e stile differenti tramite materiale audio o video.
Il corso si propone l’approfondimento degli aspetti stilistici ed espressivi della monodia accompagnata e del recitar cantando.
Tuttavia, è comunque permesso un programma a libera scelta dello studente, qualora fosse interessato ad approfondire altri repertori.

La docente

Nata a Reggio Emilia, dopo gli studi di violino ha studiato canto con Henny Von Walther, Franca Mattiucci ed Elena Kriatchko, sotto la cui guida si è diplomata con il massimo dei voti. Debutta nei ruoli de La Musica e Euridice in ”Orfeo” di Monteverdi al Teatro Real di Madrid nel 1999 sotto la direzione di Jordi Savall. Dal 1999 ad oggi collabora regolarmente con Hesperion XXI e La Capella Reial de Catalunya diretti da J. Savall in programmi diversi. Dal 2002 è membro di Concerto Italiano diretto da Rinaldo Alessandrini. Monica Piccinini è invitata a cantare regolarmente con Accademia Bizantina, diretta da Ottavio Dantone, oltreché da altri ensembles prestigiosi sulla scena internazionale: Europa Galante, Ensemble Zefiro, La Venexiana, Concerto Romano, Concerto Palatino, Simone Vallerotonda e I Bassifondi. Ha collaborato con Collegium Vocale Gent, Les Talens Lyriques, La Petite Bande, Ensemble 415, Al Ayre Español, Ricercar Consort, Dolce & Tempesta, Ensemble Concerto, la Bayerische Rundfunk Orchestra, l’Orquesta Barroca de Sevilla, l’Orchestre de Chambre de Lausanne, l’Orchestra da Camera di Stoccarda.
Ha cantato in Europa, Stati Uniti, Messico, Colombia, Libano, Corea del Sud, Giappone, Australia e Nuova Zelanda in teatri e sale da concerto fra i più prestigiosi, fra cui: Teatro La Scala di Milano, Accademia di S. Cecilia, Teatro Regio di Torino, Teatro Real di Madrid, Opéra Royal di Versailles, Carnegie Hall e Lincoln Center NY, Citè de la Musique e Philarmonie di Parigi, Concertgebouw di Amsterdam, Konzerthaus e Musikverein di Vienna, Auditorio Nacional de España, Festival delle Fiandre, Festival di Edimburgo, ecc.
Ha cantato sotto la direzione di Christoph Rousset, Philippe Herreweghe, Jordi Savall, Rinaldo Alessandrini, Ottavio Dantone, Fabio Biondi, Alfredo Bernardini, Philippe Pierlot, Sigiswald e Wijland Kuijken, , Eduardo Lopez-Banzo.
Ha lavorato con registi quali Gilbert Deflo, Brockhaus, Davide Livermore, Jacopo Spirei, Hinnrich Hortskotte, Adrian Schwazstein, Bob Wilson.
Ha ricevuto la nomination ai Grammy Awards 2008 per l’interpretazione de La Musica ne L’Orfeo di Monteverdi (R. Alessandrini, Naive 2007).
Ha inciso per Naïve, Glossa, Alia Vox, Opus 111, Stradivarius, Tactus, Symphonia, Dynamic, Fuga Libera, Christophorus, Deutschlandfunk, NovaAntiqua, Brilliant.

È attualmente docente di Canto Rinascimentale e Barocco presso il Conservatorio di Musica “Dall’Abaco” di Verona.

Lisandro Abadie

Lisandro Abadie

Urbino Musica Antica 2022

Lisandro Abadie

/// Canto

Periodo: martedì 26 - lunedì 30 luglio

Questo corso si propone di esplorare il dialogo tra poeti e musicisti, in particolare in Francia, Italia, Inghilterra e Germania, ponendo l’accento sullo studio dei singoli cantanti per i quali la musica è stata composta, nella misura in cui è nota la loro identità o quella dei loro coetanei.

Lisandro Abadie
Photo © Pablo Kornfeld

Programma

Analizzeremo le scelte compositive, che seguono o talvolta contraddicono la struttura poetica, o il suo contenuto. In particolare cercheremo di riflettere sulle qualità individuali dei cantanti che hanno ispirato i diversi compositori, così come sulle specificità di alcuni compositori cantanti.

La nostra esplorazione sarà guidata da preziosi commenti di rilevanti teorici e musicisti che hanno operato in tutta Europa dalla fine del XVI secolo al XVIII secolo inoltrato.

Repertorio: a scelta degli studenti.

Audizione con invio di un file audio/video.

Il docente

Lisandro Abadie è nato a Buenos Aires, in Argentina, dove ha iniziato i suoi studi musicali. Si è diplomato alla Schola Cantorum Basiliensis e alla Musikhochschule Luzern. Nel 2006 ha ricevuto l’Edwin Fischer Gedenkpreis.
Ha cantato sotto la direzione di William Christie, Laurence Cummings, Václav Luks, Philippe Herreweghe, Facundo Agudin, Rubén Dubrovsky, Jordi Savall, Paul Agnew, Paul Goodwin, Giovanni Antonini, Fabio Bonizzoni, Skip Sempé, Vincent Dumestre, Simon-Pierre Bestion , Jörg Halubek, Hervé Niquet, Adam Viktora, Geoffroy Jourdain, tra gli altri.
Nel campo dell’opera, il suo vasto repertorio spazia da Monteverdi alla musica contemporanea e comprende in particolare Handel e Viktor Ullmann. Nel 2010 ha creato il ruolo principale dell’opera Cachafaz di Oscar Strasnoy, messa in scena da Benjamin Lazar. Ha collaborato con ensemble come Les Arts Florissants, Collegium 1704, Orchestra of the Age of Enlightenment, Les Talens Lyriques, Le Poème Harmonique, La Tempête, Le Concert Étranger, Ensemble Inégal, La Risonanza.
Tra le sue numerose registrazioni: Musica per la regina Caroline di Händel, Airs sérieux et à boire (Bien que amaour, Si vous vouliez un jour, N’espérez plus mes yeux), Siroe di Händel, l’integrale Monteverdi Madrigals e Vespro, Le passioni di Hayes, Aci, Galatea e Polifemo di Handel, ‘Messe des Morts, Marais’ Sémélé di Gilles, Grands Mottets di Lalande, Der Rose Pilgerfahrt di Schumann, Bach Mirror, The Tempest, e i DVD di La Resurrezione di Handel e Phaëton di Lully.
Dal 2019 Lisandro insegna canto, fonti musicali e letterarie, nel Master of Advanced Studies, AVES (Advanced Vocal Ensemble Studies) presso la Schola Cantorum Basiliensis. È invitato a tenere masterclass con William Christie e Les Arts Florissants, al Mozarteum di Salisburgo, e alle Settimane del Madrigal di Venezia.
Collabora con la liutista Mónica Pustilnik e con il pianista e compositore Paul Suits. Si esibisce regolarmente agli Handel Festivals di Londra, Karlsruhe, Göttingen.
Lisandro è autore di numerose traduzioni e collabora regolarmente come ricercatore drammaturgico con il regista teatrale Benjamin Lazar. La sua ricerca sul manoscritto dell’opera Der Kaiser von Atlantis di Viktor Ullmann si riflette nella recente registrazione per IBS Records.
La sua più recente collaborazione con EarlyMusicSources.com ha portato alla traduzione e all’edizione bilingue degli Scritti pubblicati di Giulio Caccini.
Attualmente sta preparando un libro sul suo attuale tema di ricerca: “vibrato” –oscillazioni, pulsazioni, ondulazioni– come documentato da fonti storiche e registri d’organo in Europa e nel Nuovo Mondo dal XVI secolo.

Emma Kirkby

Emma Kirkby

Urbino Musica Antica 2022

Emma Kirkby

/// Canto

Periodo: giovedì 21 - lunedì 25 luglio
SOLD OUT
Emma Kirkby

Programma

This course will focus on 17th century (Seicento) continuo song in England and Italy, two marvellous traditions each with its own distinct character.  In both countries there were great composers such as Dowland, Monteverdi, Strozzi, Purcell; and others around them, also writing fine and fascinating music: Notari, Danyel, Caccini, Carissimi, Lawes, Scarlatti, Blow, and many more.. This music is often brief and  can be brought to life with simple forces, yet is full of passion, drama, eloquence and humour. Some solo songs and duets will be sent to course members in advance, and they are also free to bring pieces of their own choice, provided these are in clear versions, as near as possible to the original image , showing vocal line and bass, and in the composer’s key or one compatible with it.

We will have harpsichord available throughout, and from 23rd July, hopefully some lute or theorbo presence as well.

La docente

Emma Kirkby has had much good fortune, mainly the luck of “being in the right place at the right time”.  As a university student she sang in an excellent choir, falling in love especially with Renaissance polyphony, but also, crucially, she heard fellow students starting to play historical instruments, the lute, harpsichord and early wind and strings, whose sound inspired her immediately. Her interest was always to express `as simply and clearly as possible, the song texts which Thomas Morley described as “the lively soul of music”; and she soon found that dialogue with those special sounds was the best way to do it. 

She was fortunate also that at that time specialist groups were forming in the UK , many of them seeking singers who might match the particular qualities of their instruments. Very soon Emma was working with Andrew Parrott’;s Taverner Choir and Players, Anthony Rooley’s Consort of Musicke,  Christopher Hogwood’s Academy of Ancient Music, and various gamba consorts, enjoying the music of composers from Tromboncino to Marenzio, Wert and Monteverdi, and from  Byrd to  Dowland, Purcell, Handel, Bach and Mozart.  Much of this activity was given tremendous support from record companies such as Oiseau-Lyre and EMI, and radio airing by the BBC (London) and  Westdeutsche Rundfunk (Köln). From 1980 onwards other ensembles collaborated with her, especially London Baroque in UK, and many other groups such as Freiburger Barock Orchester, L”Orfeo of Linz and Concerto Copenhagen.

Emma has had joyful partnerships with Anthony Rooley and Jakob Lindberg, lutes, Lars Ulrik Mortensen , harpsichord, Marcia Hadjimarkos, fortepiano, James Lisney, piano, and the viol consort Fretwork.

With the Consort of Musicke she spent nearly twenty years in thorough exploration of madrigals, both English and Italian, recording most of Monteverdi’s books, but also enjoying Wert, Marenzzio, Luzzaschi, Ingegneri , Schütz (in Italian) and Gesualdo. In 1993 the Consort staged Monteverdi’s madrigals in Mantova’s Palazzzo Té, in the film “The Banquet of the Senses”. More recently Emma took part in some more staged productions; of Purcell’s “Fairy Queen” in Tokyo, “Musica Fugit” in Utrecht and “Cupid and Death” In Cologne.

These days she still performs occasionally, mostly preferring to share the stage with younger colleagues, who now represent the future; but otherwise she loves to coach young performers, sharing with them things that have helped her to “embody” the songs she admires so dearly.  

When in 2019 Emma was presented with “Gramophone” Magazine’s Lifetime Achievement Award, one of Britain’s most eminent experts contributed this comment:

Not many singers are revolutionaries; not many can be said to have radically changed the sound of music in our time. But that is the lifetime achievement of Emma Kirkby: through her totally distinctive voice, focused artistry and supremely intelligent music-making she has transformed our experience of a repertory of great music. She has been one of the most powerful forces in the early music revival across nearly 50 years, and thus a key part of one of the most important and influential movements in today’s musical world.  (Sir Nicholas Kenyon, ex- Director, Barbican Centre for the Arts and BBC Promenade Concerts , author, musicologist)

Sonia Tedla

Sonia Tedla

Urbino Musica Antica 2022

Sonia Tedla

/// Canto

Periodo: giovedì 21 a lunedì 25 luglio
SOLD OUT

Il corso di livello medio-avanzato, è rivolto a tutti i registri vocali e ha come obiettivo il consolidamento della tecnica vocale finalizzata allo studio e all’interpretazione del repertorio rinascimentale e barocco attraverso i vari stili e le relative prassi esecutive.

Sonia Tedla

Programma

Libero.

Il corso prevede la partecipazione di massimo 8 allievi, sarà dunque effettuata una selezione preliminare sulla base di materiale audio o video contenente almeno 2 brani di carattere e stile diversi.

 

La docente

Si è brillantemente diplomata in Canto presso il Conservatorio G. B. Martini e si è laureata con il massimo dei voti al DAMS indirizzo didattica della musica. Ha proseguito gli studi di canto perfezionandosi nella vocalità barocca con cantanti di fama internazionale. Ha collaborato e collabora con importanti direttori, tra i quali si ricordano: Rinaldo Alessandrini, Alfredo Bernardini, Fabio Bonizzoni, Filippo Maria Bressan, Gianluca Capuano, Claudio Cavina, Francesco Corti, Attilio Cremonesi, Ottavio Dantone, Alessandro De Marchi, Philippe Herreweghe, Herve Niquet, Giulio Prandi, Federico Maria Sardelli, Alessandro Quarta. Ha preso parte alle attività di prestigiose realtà musicali in Italia e all’estero quali Lincoln Center’s White Light Festival di New York, Boston Early Music Festival, Innsbrucker Festwochen der Alten Musik, Concertgebouw di Amsterdam,Pierre Boulez Saal di Berlino, Théâtre des Champs-Élysées di Parigi, Misteria Paschalia di Cracovia, Styriarte Festival di Graz, Festival George Enescu di Bucarest, Rotterdam Philharmonic Gergiev Festival, Lausanne Festival Bach, Utrecht Oude Muziek, Festival Monteverdi di Cremona, MITO Settembre Musica, Centro musica antica Pietà dei Turchini di Napoli, Concerto Romano, Coro e Orchestra Ghislieri, La Cappella musicale di San Petronio, Bologna Festival. Si è esibita in diversi teatri tra cui il Teatro alla Scala di Milano, Opera de Lyon, Teatro dell’Opera di Kiel, Teatro Verdi di Pisa, Teatro Valli di Reggio Emilia, Teatro Ponchielli di Cremona, Teatro del Giglio di Lucca, Teatro Comunale di Ferrara, Teatro Goldoni di Livorno, Teatro Bonci di Cesena e il Teatro Comunale di Bologna. Ha registrato per le case discografiche Deutsche Harmonia Mundi, Naive Classique, Arcana, Dynamic, Pentatone, Glossa. Da alcuni anni affianca, con grande passione, all’attività concertistica quella didattica, ponendo particolare attenzione all’insegnamento della tecnica vocale e all’interpretazione del repertorio rinascimentale e barocco. Insegna canto rinascimentale e barocco presso La Civica Scuola di Musica Claudio Abbado.