Urbino Musica Antica 2022

Pierre Goy

/// Fortepiano

Periodo: martedì 26 - sabato 30 luglio
Pierre Goy

Programma

Il corso coprirà il repertorio del fortepiano dal 1780 al 1820 circa. Gli studenti possono portare opere delle tre grandi scuole di fortepiano, viennese (Haydn, Beethoven), inglese (Clementi, Cramer) e francese (Dussek, Steibelt). Discuteremo gli stili di queste diverse scuole, i problemi dei pedali e le pratiche di esecuzione.

Il docente

Durante la sua formazione, Pierre Goy è stato istruito da pianisti di tre grandi scuole. Prima di tutto, ha lavorato con Fausto Zadra e Edith Murano, entrambi allievi di Vincenzo Scaramuzza. Questa scuola di pianoforte risale a Sigismund Thalberg. Ha poi lavorato con Esther Yellin, un’allieva del pianista e insegnante Heinrich Neuhaus di Mosca. Infine ha anche lavorato con Vlado Perlemuter a Parigi.

Affascinato dalle possibilità espressive dei vecchi strumenti, ha seguito i corsi di: Luciano Sgrizzi, Paul Badura-Skoda e Jos van Immerseel per il fortepiano, Jesper Christensen per il pianoforte romantico.

Pierre Goy cerca di rendere la musica di ogni periodo con lo strumento corrispondente. Le sue registrazioni sono state acclamate dalla critica, ricevendo le più alte distinzioni.

Tiene numerosi concerti come solista o in musica da camera.

Insegna alle scuole di musica HEM di Ginevra e HEMU di Losanna e trasmette la sua conoscenza degli strumenti antichi e della pratica esecutiva in master class e seminari.

Pierre Goy partecipa regolarmente a simposi internazionali. Dirige progetti di ricerca nell’ambito della Hautes Ecole de Musique, HEMU Vaud Valais Fribourg e HEM Ginevra. Conduce ricerche nel campo della pratica esecutiva, dell’organologia e della pedagogia.

Pierre Goy è l’istigatore dei Rencontres Internationales Harmoniques de Lausanne, che dal 2002 riunisce ogni due anni costruttori di strumenti, musicisti, musicologi e curatori di musei per discutere di strumenti antichi.

Per le pubblicazioni e le registrazioni vedere https://pierregoy.com