Programma del corso

Il corso è rivolto a giovani flautisti dolci e oboisti di età compresa tra i sette e i diciotto anni e di tutti i livelli con almeno un anno di studio dello strumento. Il fine del corso è quello di organizzare piccoli ensemble, dal duo al quintetto, all’interno della classe e con le altre classi del corso. Il repertorio affrontato sarà fondamentalmente barocco e classico.

Per la classe di oboe è previsto l’utilizzo dello strumento moderno.

Il docente – Ludovica Scoppola

Diplomata in Flauto Dolce (Scuola Civica di Musica di Milano) e in Oboe (Conservatorio di Musica L. Campiani di Mantova)  ha poi conseguito la Laurea Magistrale in Flauto Dolce (Conservatorio di Firenze, L. Cherubini).

Svolge attività concertistica sia come solista che in formazioni da camera e orchestrali, con particolare attenzione alla prassi dell’esecuzione del repertorio antico nonché al repertorio del XX secolo(Rai di Roma, Accademia Nazionale di Santa Cecilia,  Ensemble Musica Ricerca, Concerto Italiano e altri)

Ha effettuato registrazioni per la Rai e inciso per le etichette Opus 112, Tactus ed Edipan.

Docente dal 1989 ai Corsi Internazionali di Musica Antica di Urbino è socio fondatore (presidente dal 1994 al 2004) della Scuola di Musica S. Ganassi della FIMA dove insegna Flauto Dolce, Oboe e Consort di Flauti.

È docente di Flauto Dolce e Oboe presso la Scuola Civica delle Arti di Roma.

Collabora con il settore Education della Fondazione Accademia di Santa Cecilia in qualità di tutor dei Legni delle sezioni orchestrali e di direttore di Ensemble Strumentali delle compagini della JuniOrchestra.

Dottore di ricerca in Pedagogia Sperimentale presso l’Università di Roma  Sapienza, con una tesi sull’insegnamento della musica nella scuola italiana, ha pubblicato  per Lambert Academic Publishing (Achievement in Musical Education, 2012) e per Franco Angeli  (Note di classe, 2013  e Le storie dell’arte, 2107).

Ha pubblicato per Ut Orheus Metodo per Flauto Dolce Soprano, 2018 (Method for Descant Recorder).

È al momento in pubblicazione per Ut Orpheus   Metodo per Oboe scritto con Paolo Pollastri.