Fima-online utilizza i cookies per realizzare i servizi e fornire le informazioni ai suoi utenti. Se continui ad usare questo sito accetti implicitamente di utilizzare i cookie.

António Carrilho

antonio-carrilho
Sviluppa una intensa carriera come solista con un repertorio che va dal Medio Evo ai giorni nostri, passando per la World Music e la musica sperimentale. Si é esibito in concerto con le Orchestre: Gulbenkian, Sinfonica Portuguesa, Orchestrautopica, Sinfonietta de Lisboa, Orquestra Barroca de Lisboa, Ensemble Barroco do Chiado, Flores de Música, Divino Sospiro, Sinfonica da Póvoa de Varzim, OCCO (Portugal), Concerto Ballabile, Conservatorio Real dell'Aia (in Olanda, Belgio e Germania), Orquestra ad-hoc (Norvegia) e Barocca di Haifa (Israele).

Insegna Flauto dolce , Musica da camera e "Questioni pratiche nella performance" nella universitá " Escola Superior de Artes Aplicadas de Castelo Branco" (ESART) in Portogallo. É frequentemente sollecitato, come pedagogo, per realizzare Masterclass in vari paesi tra cui Portogallo, Brasile, Olanda, India, Italia.

In collaborazione com il cembalista João Paulo Janeiro divide la responsabilitá nell'organizzazione dei Corsi Internazionali di Musica Antica di Castelo Branco (Portogallo). Insegna nel Corso Internazionale di Musica & Festival di Urbino. Come Maestro ha dato particolare attenzione all'opera barocca, avendo giá diretto "L'Orfeo" de Claudio Monteverdi, "Dido and Aeneas" di Purcell, "La descente d'Órphée aux enfers" di Charpentier, "La Serva Padrona" di Pergolesi, "La Dirindina" di Scarlatti, "Don Quijotte chez la Duchese" di Boismortier e "Arlechinatta" di Salieri. Há diretto inoltre musica di Stockhausen, Poulenc, Piazzolla, Hindemith e Daniel Schvetz.

António Carrilho ha suonato in importanti festivals in Portogallo, Gran Bretagna, Francia, Spagna, Germania, Paesi Bassi, Belgio, Israele, Italia, Russia, Brasile, Norvegia, India e Sri-Lanka. Ha dato concerti per le radio e televisioni di Portogallo, Olanda, Norvegia e Brasile. Ha collaborato con i Maestri: Sigiswald Kuijken,  Kenneth Weiss, Lucas Pfaff, Jeppe Moulijn, Vittorio Guielmi, Christoph Rousset, João Paulo Santos, Nicholas Kranmer, Paulo Lourenço, Cesário Costa; Harry Christophers, Joana Carneiro, Enrico Onofri, Christian Curnyn, António Vassalo Lourenço, Gunnstein Òlafson, Osvaldo Ferreira, Nicolay Lalov e Vasco Pearce Azevedo.

António Carrilho ha inspirato alcuni compositori a scrivere per flauto dolce, essendosi esibito a solo con opere di António Chagas Rosa, Cândido Lima, Eurico Carrapatoso, Vasco Mendonça, Nuno Côrte-Real, Pedro Junqueira Maia, Clotilde Rosa, Fernando Lobo e Sérgio Azevedo (Portogallo); Ivan Moody (Gran Bretagna); Jacques Bank e Annette Kruisbrink (Olanda); Martin Gerhardt, Markus Zahnhausen e Ulf Krupka (Germania); Hanne Ørvad (Danimarca); Bernt Simen Lund e Bjarne Isaksen (Norvega) e Myriam Lucia Marbe (Romania).

E' risultato finalista al Concorso Internazionale di Flauto Dolce di Haifa (Israele) nel 1999 ottenendo i premi di "miglior interprete" e "miglior interpretazione" per la musica del XVII secolo. E' stato inoltre premiato nel Concorso Internazionale "Moeck Solo Recorder Player " (Inghilterra), nel 2001.

E' laureato in Flauto Dolce (pedagogia dello strumento) presso il Conservatorio Superiore di Musica di Zwolle (1995) avendo successivamente ottenuto un Master come concertista nel Conservatorio Reale dell'Aia, in Olanda.

Ha inciso in CD "Een taaie winter" di Jacques Bank, "Magnificat em talha dourada" di Eurico Carrapatoso, "Remember" di Virgílio Melo, "Suite Concertante" per flauto dolce e orchestra d'archi di Sérgio Azevedo con la Orchestra Sinfonica da Póvoa de Varzim, diretta da Osvaldo Ferreira. Ha collaborato ad un CD di musica del seicento portoghese con il coro Gulbenkian con il Mº Jorge Matta. Ha inciso, con l'Ensemble Barroco do Chiado, musica portoghese e italiana del settecento e musica di Selma y Salaverde com il gruppo Anthonello (Giappone).

antoniocarrilho.wordpress.com