Fima-Online uses cookies to implement the services and provide the information to readers. If you continue to use this website you implicitly agree to use cookies.

Keyboards


back to courses list

Harpsichord

Main Course: July 20>29 9.00am-1.00pm
 
Theacher: Enrico Baiano
Level: Basic, Intermediate, Advanced
 
Program:

The course is for both beginner and advanced students and will deal with the main technical, stylistic and interpretative issues of the harpsichord repertoire.

The following aspects will be dealt with:

  • study of the different touch issues to improve sound control;
  • analysis of technical problems and planning of exercises to overcome them. Course participants are advised to bring with them some music paper;
  • articulation, phrasing, accentuation;
  • ornamentation, working out embellishments and variations for da capos;
  • formal, stylistic and rhetorical analysis;
  • understanding of the expressive character of each piece and the possibility of multiple readings of the text.
  • interpretation criteria

Special attention will be given to the interpretation of French Préludes non mésurés, but be suggest that course participants (except beginners) also prepare pieces from different periods and nations so that a wide variety of topics can be dealt with.

 

back to courses list

Continuo

Main Course: July 20>29 9.00am-1.00pm
 
Theacher: Giovanni Togni
Level: Basic and Intermediate-Advanced
 
Program:

The course is full. Please, contact FIMA for more information.

Il corso sarà strutturato in due livelli:

  • iniziale
  • intermedio/avanzato

Ciascun iscritto potrà partecipare come uditore al gruppo diverso dal proprio.

Livello iniziale:
Lavoro su alcuni aspetti fondamentali della tecnica continuistica:

  • condotta delle voci con numerica riferita all’accordo perfetto, ai relativi rivolti e, entro la fine del percorso, alla settima con relativi rivolti;
  • brevi esercizi di improvvisazione su bassi dati con moduli facili;
  • utilizzo di numero differenziato di voci e nuances interpretative, di semplice livello di difficoltà, contestualizzate stilisticamente a seconda del periodo trattato;
  • parti semplici di sonate per uno o due bassi continui;
  • cenni storici sulla genesi della «Regola dell’ottava» e applicazioni contestualizzate stilisticamente in campo pratico.

Livello intermedio/avanzato:

  • condotta delle voci su corali con numerazione di medio/alta difficoltà;
  • musica strumentale da camera;
  • bassi continui senza numeri (solo per il livello avanzato); armonizzazione di un canto dato (solo per il livello avanzato);
  • trasporto di bassi numerati di semplice/media difficoltà.

Gli iscritti potranno utilizzare anche brani musicali del loro repertorio o previsti nei gruppi di musica da camera dei corsi di Urbino; è prevista la collaborazione di strumentisti e/o cantanti per lavorare sui brani scelti.
Verranno assegnati ai partecipanti (di tutti i livelli) brani del sec XVII e XVIII ad uso didattico.
Dal giorno 26 al 28 luglio verrà svolto un seminario specifico di due ore al giorno dedicato al repertorio con il continuo organistico (Mottetti e Sonate da chiesa).

Metodi e testi musicali consigliati, in ordine crescente di difficoltà:

  • L. BOURMAYAN & J. FRISCH Méthode pour apprendere la pratique de la Basse Continue à l’usage des amateurs, ed. du Cornet *
  • ERICH WOLF Generalbassübungen, ed. Breiktopf 6620 *
  • J. B. CHRISTENSEN Fondamenti di prassi del basso continuo nel XVIII secolo, ed. Ut Orpheus *
  • N. PASQUALI Thorough-Bass made easy (fac-simile), Oxford University Press *
  • R. O. MORRIS Figured Harmony at the Keyboard, part 2, Oxford University Press **.
  • G. MUFFAT Regulae Concentuum Partiturae **
  • B. PASQUINI Sonate per basso continuo. Si consiglia il vol. VI dell’Opera Omnia per tastiera (London, Bl Ms. Add. 31501, I) a cura di Edoardo Bellotti, ed. Il Levante **
  • J. S. BACH Sonate per violino e basso continuo BWV 1021 e BWV 1023 ***

* tutti i livelli
** livello intermedio/avanzato
*** livello avanzato

 

back to courses list

Fortepiano

Main Course: July 23>29 9.00am-1.00pm
 
Theacher: Carmen Leoni
Level: Basic, Intermediate, Advanced
 
Program:

Il corso di clavicordo e fortepiano si rivolge a clavicembalisti, pianisti e organisti che desiderino approfondire tematiche inerenti la prassi esecutiva del repertorio tardo settecentesco, con particolare riferimento alla musica di C.P. E Bach, Haydn, Mozart e del primo Beethoven.
L’attenzione sarà anche focalizzata sulle opere di quei compositori che, ispirati dalla corrente culturale dello Sturm und Drang, consideravano il clavicordo come lo strumento ideale per esprimere i pensieri musicali più profondi e intimi.
Il corso è aperto sia a chi ha già esperienza con le tastiere storiche, sia a chi vuole avvicinarsi alla particolare realtà di un esecuzione filologicamente informata.
Oltre alle lezioni individuali, è prevista un’intensa attività di musica da camera che verrà svolta in collaborazione con la classe di Lorenzo Coppola e con gli altri insegnanti del corso, finalizzata alla realizzazione di concerti degli allievi.
A seguire si suggerisce un elenco indicativo di brani di studio. Tale elenco può essere integrato o modificato su proposta degli allievi.

Repertorio suggerito per clavicordo:

  • J.S. Bach: Invenzioni a due e tre voci, Toccate, Fantasia Cromatica, brani di libera scelta purchè in tonalità vicine a do maggiore per chi non ha mai suonato il clavicordo.
  • C.P.E. Bach: brani dalle sei raccolte di sonate, libere fantasie e rondo
  • W. F. Bach: Sonate, Fantasie e Polonesi
  • J. Haydn: Sonate scritte dal 1767 al 1774 , in particolar modo la Hob. XVI/20 in do minore, XVI/44 in sol minore, XVI/46 in la bemolle maggiore.
  • J, W, Hassler: Sonate
  • W. A. Mozart: Fantasie in re minore e in do minore

Repertorio suggerito per fortepiano:

  • Letteratura del tardo settecento di autori come C.P. E Bach, W. F. Bach, J. Ch. Bach, J. Haydn, W.A. Mozart, M . Clementi.

Repertorio suggerito di musica da camera col fortepiano:

  • Sonate di Jean – Xavier Lefèvre per clarinetto e basso continuo
  • Sonate di F. A. Hoffmeister e J. B. Vanhal per clarinetto e fortepiano
  • Trio in si bemolle maggiore op. 11 di Beethoven, per clarinetto, cello e fortepiano
  • C. P. E. Bach: sei movimenti di sonata per clarinetto, fagotto e fortepiano
  • W. A. Mozart: trio, in mi bemolle maggiore K. 498, per clarinetto viola e fortepiano
  • Quintetti di Mozart e Beethoven per fortepiano e fiati
  • Trii di Haydn per violino, violoncello e fortepiano, o flauto, violoncello e fortepiano
  • Quartetti di Mozart per archi e fortepiano

Interventi seminariali:
durante il corso sono previsti 3 interventi di tipo seminariale:

  • Storia del clavicordo e la sua evoluzione dal punto di vista organologico
  • Temperamenti storici e l’accordatura per tastiera nel tardo settecento
  • Repertorio del tardo settecento: cembalo o fortepiano?

Strumenti:
Per lo svolgimento delle lezioni e lo studio individuale saranno a disposizione i seguenti strumenti:

  • Clavicordo modello sassone, estensione cinque ottave, libero, realizzato da Joris Potvlieghe (Be).
  • Fortepiano copia da Walter und Sohn (Vienna 1805, ca), estensione 5 ottave e mezza, fa-do; risonanza e moderatore a ginocchiera; diapason: la 430 Hz, realizzato da un equipe di costruttori e restauratori: J. W. Byron, A. Cernin e N. Zeilberger.